Luminosity masks tutorial (rev.1)

March 24, 2015  •  1 Comment

Sommario
      
1. Introduzione 
   1.1 Note 
2. Creare una luminosity mask per i toni chiari ‘Lights’ 
   2.1 Come usarla 
   2.2 Variazioni tonali dalla maschera Lights 
3. Creare una luminosity mask per i toni scuri “Darks” 
4. Creare una luminosity mask per i toni medi “Basic Mid-Tones” 

Testo liberamente tradotto da: http://www.goodlight.us/writing/luminositymasks/luminositymasks-2.html

Si ringrazia l'autore T o n y   K u y p e r

1. Introduzione

Quante volte, aprendo un’immagine in Photoshop, abbiamo desiderato avere a disposizione uno strumento che possa agire selettivamente sui toni dell’immagine? Purtroppo in PS non esiste uno strumento simile, tutte le pur potenti e infinite regolazioni agiscono di default sull’intera immagine. Ma PS è uno strumento molto flessibile e ci consente, con le dovute conoscenze, di andare oltre questo limite. Le ‘Luminosity masks’ servono esattamente allo scopo: ci forniscono un buon metodo per selezionare specifici toni in un'immagine che può quindi, attraverso i livelli di regolazione, essere modificata in modo selettivo. Ci permettono inoltre di superare le carenze nei valori tonali catturati dal sensore della macchina fotografica e di correggere i toni eventualmente modificati durante la manipolazione delle immagini.

In altro tutorial vedremo inoltre come utilizzarle per fare il blending manuale di più scatti effettuati a esposizioni diverse per creare immagini HDR molto naturali, senza i tipici artefatti dei programmi HDR che, se mal usati, creano immagini surreali e dal contrasto eccessivo.

Questo tutorial descrive le maschere: come crearle e come usarle. Le due maschere principali, "Lights" e "Darks", sono relativamente facili da creare.  Le Masks successive diventano più complicate da creare in quanto le varie selezioni si intersecano e si sottraggono tra di loro. E' importante capire le basi per creare le maschere di luminosità per le tonalità prescelte perché la creazione di una maschera può essere relativamente complessa. Quindi, per poter utilizzare in modo efficiente le maschere in un flusso di lavoro di Photoshop , di solito è preferibile poterle lanciare tramite un insieme di azioni. Le azioni ne semplificano notevolmente il processo di generazione, per questo (per i più pigri) ho creato un set di azioni che potete scaricare qui https://drive.google.com/file/d/0B_SecWT9W7e6TmFlY0NjUFpGaE0/view?usp=sharing

Luminosity Masks Complete.atn un file che dovrete installare in PS tramite la voce di menù ‘carica azioni…’ nel pannello delle azioni.

Ci sono altri impieghi delle LM ma io ritengo che questo sia il principale e il più utile.

Infine voglio dirvi che la via migliore per utilizzare le LM è sperimentare, non stancatevi di farlo e non arrendetevi al primo fallimento, ci vuole una certa pratica per iniziare a usarle con criterio. Buon lavoro!

1.1 Note

Alcune conoscenze di Photoshop sono date per scontate. Spiegherò i dettagli dei procedimenti ma non cercherò di fornire le definizioni di tutti i termini di Photoshop o di come eseguire le operazioni più comuni. Per questo rivolgetevi all’help di PS o ai molti tutorial che trovate in rete.

Inoltre, io preferisco usare le scorciatoie di Photoshop, quando possibile. Si tratta di premere nello stesso momento una combinazione dei tasti Shift, Ctrl, e/o Alt cliccando sul comando. Quelle usate nel tutorial sono predefinite in Photoshop. Se per caso hai modificato i comandi predefiniti, presumo che tu riesca lo stesso ad interpretarli o altrimenti dovrai ripristinare le impostazioni predefinite. Il tutorial è creato utilizzando PS CS6 in WIN, io sono un utente MAC ma so che è più diffuso l’ambiente WIN pertanto il tutorial è stato creato in questo ambiente.

Gli utenti Mac sanno comunque che "Ctrl" su un PC è lo stesso di "Command" su Mac e che "Alt" su un PC è lo stesso di "Option" su MAC, pertanto la traduzione dei comandi sarà per loro immediata.

Ci sono di solito anche i comandi dei menù a discesa che corrispondono ai tasti di scelta rapida, ma questi spesso diventano più complessi dei tasti di scelta rapida stessi e quindi in genere non li uso.

Elenco dei principali comandi usati:

 

Comando

Azione

Ctrl + D

Elimina una selezione

Ctrl + H

Nasconde la selezione

Ctrl + shift + E

Unisci livelli visibili

Shift + Alt + Ctrl + clic

Intersezione delle maschere [x]

Shift + Ctrl + I

Crea una maschera inversa a quella selezionata

Ctrl + A

Seleziona l’intera immagine

Alt+Ctrl + clic

Sottrazione delle maschere [-]

2. Creare una luminosity mask per i toni chiari ‘Lights’

Le Maschere di luminosità non sono altro che selezioni in base ai valori di luminosità dell'immagine.

La maschera di luminosità di base, denominata "Lights", seleziona i pixel in proporzione alla loro luminosità nell'immagine.

Ci sono diversi modi per selezionare i pixels relativi alle aree luminose per creare una maschera di luminosità. Il più veloce è premere il tasto CTRL e cliccare sulla miniatura RGB della palette ‘Canali’ come illustrato in Fig.1

Le alte luci vengono in questo modo selezionate (compare un tratteggio sull’immagine) , le cosiddette ‘formichine che corrono… ‘ Fig.2

Salvare la selezione di luminosità e creare la maschera:

Fare clic sul pulsante ‘Salva selezione come canale’ nella parte inferiore della palette Canali. Un canale chiamato "Alfa 1" apparirà nella palette Canali (Fig 3).

Fare doppio clic sul nome "Alfa 1" e digitare "Lights" e poi premere il tasto ENTER per rinominare questo canale (Fig 4).

Fare clic sul canale RGB per renderlo attivo e ripristinare la vista del colore dell'immagine. Digitare Ctrl + D per eliminare la selezione. 

Tecnicamente ciò che è stato effettivamente creato nella procedura precedente era un canale alfa della selezione. Non sarà effettivamente una maschera fino a quando non sarà applicato a un livello nella palette Livelli.

Cliccando sulla miniatura del canale "Lights" o sulla parola "Lights", a destra della miniatura, la stessa maschera è ora visibile sull'area immagine principale in Photoshop. Si può vedere che è una perfetta scala di grigi in positivo dell’immagine e contiene pochissimo nero puro e bianco e puro. Si compone di sfumature di grigio che rispecchiano perfettamente i valori di luminosità dell'immagine.

Come tale, quando questa maschera è applicata a un livello di regolazione, rivelerà l'effetto della regolazione sui pixel più luminosi nell'immagine e proporzionalmente meno sui pixel più scuri (il bianco rivela e il nero nasconde). Questo porta a una delle proprietà più importanti delle maschere di luminosità: l'effetto sull'immagine sarà evidente, ma non ci sarà modo per dire dove l'effetto inizia e dove finisce. Non ci sono spigoli come con gli strumenti di selezione di Photoshop perché la maschera di luminosità ha la perfetta gradazione di sfumature di tonalità per assicurare che ogni singolo pixel sarà influenzato in proporzione alla sua luminosità.

2.1 Come usarla

Innanzitutto creare la maschera "Lights", come precedentemente descritto. Poi, e questo è molto importante, caricare la maschera come una selezioneQuesto viene fatto utilizzando diversi  metodi, il più veloce è Ctrl+clic sulla miniatura o il nome del canale come in Fig 4

Appare la selezione delle alte luci (formichine che corrono sull’immagine).

Passare alla palette “livelli” e premere in basso "Crea nuovo livello di regolazione". Clic su di esso e scegliere "Curve..." dal menu a comparsa che appare (Fig 6).

La maschera creata si può applicare anche ad altri livelli di regolazione (tonali, saturazione e vividezza ecc.). Effettuare la regolazione del caso nella finestra di dialogo Curve agendo sulla curva. L’intervento sarà controllato e selettivo solo sulle parti di luminosità selezionate dalla maschera.

La maschera assicura che la regolazione della curva venga applicata principalmente nelle zone di luce dell'immagine, in modo sfumato e senza alterare le zone di ombra (Fig 7).

Non si deve dimenticare che quando si creano i livelli di regolazione utilizzando le maschere di luminosità, ci deve essere una selezione attiva nel momento in cui il livello di regolazione viene creato. Assicurarsi di caricare la maschera di luminosità come una selezione (Fig 5) prima di fare clic sul pulsante "Crea nuovo livello di regolazione".

2.2 Variazioni tonali dalla maschera Lights

Liberamente tradotto da: http://www.goodlight.us/writing/luminositymasks/luminositymasks-5.html

Si possono creare maschere successive che selezionano aree sempre più chiare delle immagini e quindi vanno ad influenzare meno le zone scure e medie.

Si creano progressivamente intersezione della maschera stessa. Caricare una maschera come una selezione, come descritto nella Fig 5 (Ctrl + clic sulla miniatura o il nome del canale) utilizzando la maschera "Lights".

Premere Shift+Alt+Ctrl+clic sulla maschera, sul puntatore a forma di manina appare una [x], simbolo della intersezione. Salviamo la selezione intersecata come canale (vedi Fig 3), rinominiamo il canale creato da Alfa 1 a "Lights Lights".

In questo modo creiamo la maschera "Lights Lights" maschera che viene dalla intersezione della maschera "Lights" con se stessa. La "Bright Lights” deriva dalla " Lights Lights " per intersezione con se stessa, e così via. Ogni passo restringe gradualmente i pixel selezionati delle aree più luminose dell'immagine.

 

Mentre la maschera "Lights" potrebbe sembrare una buona via per regolare le zone chiare dell'immagine, " Lights Lights " e "Bright Lights" spesso funzionano meglio. Ci sono un sacco di gradazioni di grigio nei valori della maschera "Lights", così gli aggiustamenti attraverso questa maschera possono influenzare in modo significativo i valori scuri dell'immagine.

Le maschere "Lights Lights " e "Bright Lights" spesso fanno un lavoro migliore isolando solo i valori delle alte luci. Possiamo andare oltre, creando una maschera ulteriore "Super Lights".

Quindi ricapitolando possiamo creare fino a 4 maschere per i toni chiari:

"Lights"

"Light Lights"

"Bright Lights"

"Super Lights"

Ecco come appariranno le maschere:

Ricordatevi sempre che le zone più scure della maschera non saranno influenzate dalle regolazioni, quindi regolatevi di conseguenza quando dovrete utilizzarle.

Nell’esempio che segue ho utilizzato le maschere della serie "Light" per scurire e dare più risalto al cielo e alle nubi.

Monument ValleyMonument ValleyMittens (West e East Mitten Buttes) - Navajo Tribal National Park

3. Creare una luminosity mask per i toni scuri “Darks”

Ora creiamo una maschera “Darks” per i toni scuri:  è semplicemente l'inverso della maschera "Lights"; dopo aver selezionato le alte luci nella palette canali come in Fig.1, premere Shift + Ctrl + I, salvare la selezione e rinominarla “Darks” (vedi Fig.3 e Fig.4)

Quindi caricare la maschera come una selezione  (Ctrl + clic sulla miniatura o il nome del canale).

Nelle immagini seguenti la differenza tra maschera “Lights” e “Darks”. La maschera per i toni scuri “Darks” (a destra) appare come un negativo in bianco e nero, quella per i chiari “Lights” (a sinistra) come una immagine positiva con sfumature di grigio .

La Maschera “Darks” avrà effetto, una volta applicata, solo ai toni scuri dell’immagine. Poi di nuovo progressivamente s’intersecano le maschere con se stesse per creare selezioni più strette delle aree scure dell'immagine.

Caricare la maschera come una selezione, come descritto nella Fig 5 (Ctrl + clic sulla miniatura o il nome del canale) utilizzando la maschera "Darks".
Premere Shift + Alt + Ctrl + click sulla maschera, sul puntatore a forma di manina appare una [x] simbolo della intersezione. Salviamo la selezione intersecata come canale (vedi Fig 3), rinominiamo il canale creato da Alfa 1 a "Dark Darks" e così via.

Le maschere risultanti sono chiamate:

"Darks"

"Dark Darks"

"Shadow Darks"

"Super Darks"

Ecco come appariranno le maschere:

4. Creare una luminosity mask per i toni medi “Basic Mid-Tones”

Le maschere per i toni medi sono più complicate da creare, ma sono molto utili.

Assicurarsi che nella palette canali vi siano le maschere Lights e Darks precedentemente create.

Selezionare  l'intera immagine (Ctrl + A) e quindi sottrarre la maschera scura e chiara. La sottrazione è compiuta con la combinazione Alt+Ctrl+clic su qualunque maschera si vuole sottrarre, sulla manina compare il simbolo [-].

Appare questa finestra di dialogo.

Essa ci comunica che, poiché meno del 50% dei pixel è selezionato, il tratteggio non sarà visualizzato. Questo non significa  che non c'è stata una selezione. Alcune maschere di luminosità hanno solo il 40% o addirittura il 20% di opacità dei pixel selezionati ma funzionano comunque bene. Quando si vanno ad aggiungere, sottrarre e intersecare le maschere di luminosità, è possibile crearne una in cui i pixel non sono più del 50% selezionati. Tale maschera appare molto grigio scuro o addirittura nero. La maschera  "Basic Mid-tones" è un buon esempio. Anche se non ci sono selezioni visibili quando la maschera è caricata come una selezione, le regolazioni attraverso la maschera saranno perfettamente eseguibili e visibili.

Quindi, se la finestra di dialogo si presenta, basta cliccare su "OK" e proseguire.

Fare clic sul pulsante ‘Salva selezione come canale’ nella parte inferiore della palette Canali.

Un canale chiamato "Alfa 1" apparirà nella palette Canali (Fig 3).

Fare doppio clic sul nome "Alfa 1" e digitare "Basic Mid-Tones" " e poi premere il tasto ENTER per rinominare questo canale.

Quando si rimuovono i toni chiari e scuri da un'immagine, rimangono solo i toni medi.

Ecco come appare la maschera "Basic Mid-Tones"

Sottraendo progressivamente le maschere nell'ordine in cui sono elencate si possono creare le seguenti maschere:

"Basic Mid-Tones" = "Lights" e "Darks" sottratti dall’intera immagine

"Expanded Mid-tones" = "Light Lights" e "Dark Darks" sottratti dall’intera immagine

"Wide Mid-tones" = "Bright Lights" e "Shadow Darks" sottratti dall’intera immagine

"Super Mid-tones" = "Super Lights" e "Super Darks" sottratti dall’intera immagine

Ecco come appariranno le maschere:

La  "Basic Mid-tones" e "Expanded Mid-tones" funzionano bene per la regolazione della maggior parte  dei toni medi.

Un ultimo esempio, ecco come era il raw uscito dalla mia 100D della Cattedrale ortodossa di Tallinn Aleksandr Nevskij, una foto scialba, penalizzata da una pessima luce. 

Ho tentato di vivacizzarla utilizzando esclusivamente le LM. Questo è il risultato: 

non male vero? Ho creato le tre serie di masks e le ho utilizzate per modificare il cielo con le Lights, schiarire le ombre con le Darks e ridare vivacità ai toni medi con le Mid Tones, utilizzando dei livelli di regolazione, Curve, Toni e Saturazione/Vividezza.


Comments

simone(non-registered)
grazie della tua pubblicazione ineerente a questo interessantissimo articolo sei un grande ciao :)
)
No comments posted.
Loading...

Archive
January February (2) March (1) April May June July August September October November December
January February March (3) April (1) May June July August September October November December (2)
January February March April May June July August (1) September October November December
January February March April May June July (1) August September October November December